Riformisti Italiani

Craxi: A 16 anni dalla morte, domani celebrazioni a Hammamet

Craxi: A 16 anni dalla morte, domani celebrazioni a Hammamet
— 23 GENNAIO 2016 —

Hammamet, 22 gennaio 2016 - Si terranno domani le celebrazioni per il 16esimo anniversario della scomparsa dell'ex presidente del Consiglio, Bettino Craxi. Autorità tunisine, ex compagni di partito, familiari e semplici militanti socialisti si recheranno in 'pellegrinaggio' alla sua tomba, rigorosamente rivolta verso l'Italia, per rinnovare il ricordo di una delle personalità più discusse della storia politica italiana, in 'autoesilio' o 'latitante' (a seconda dei punti di vista) dal 1994 in Tunisia. Nel Paese nordafricano venne accolto dal suo amico e allora presidente Zine El Abidine Ben Ali, attualmente in esilio in Arabia Saudita dopo la rivoluzione dei gelsomini nel 2011.

Le celebrazioni partiranno in mattinata con una visita alla capanna di Salloum, costruita da Craxi in riva al mare e dove amava scrivere e meditare durante gli anni tunisini. Successivamente si terrà una commemorazione presso il cimitero cristiano di Hammamet, seguita da una messa. I fedelissimi di Bettino potranno poi assistere alla proiezione del docu-film 'La notte di Sigonella'.

"Date le vicende internazionali e le traversie che la giovane democrazia magrebina ha attraversato nell'ultimo anno" le celebrazioni per il 16esimo anniversario della morte di Craxi "avranno un significato particolare", ha dichiarato Stefania Craxi, presidente della Fondazione che porta il nome di suo padre, riferendosi al delicato momento che la Tunisia sta vivendo, con le proteste sociali partite da Kasserine e allargatesi poi a macchia d'olio in molte altre città, compresa la capitale Tunisi. 

Il ministero dell'Interno ha imposto il coprifuoco notturno dalle 20 alle 5 in tutta la Tunisia per provare ad arginare le violenze, ma i manifestanti continuano a scendere in piazza per chiedere lavoro e un miglioramento delle loro condizioni di vita. Nuove proteste si sono registrate anche oggi a Sidi Bouzid, Beja, Gafsa e Sfax e Kairouan.

"Al popolo e alle più alte istituzioni tunisine manifesteremo la nostra vicinanza e il nostro impegno affinché l'Occidente e l'Europa non abbandoni al proprio destino questo popolo e l'intera area mediterranea, consegnandolo così ai seminatori di odio e di terrore - ha commentato la Craxi - 'Pace nel Mediterraneo' sarà quindi il tema di questa ricorrenza".   

Fonte: AdnKronos